Cervicalgia

Cos'è e come si presenta la cervicalgia


La Cervicalgia è uno stato doloroso del tratto cervicale della colonna vertebrale. Il dolore che colpisce sia giovani che anziani, può avere cause differenti, a partire dalle fisiologiche alterazioni strutturali, dovute all'età come:

  • artrosi,
  • osteofitosi,
  • becchi ossei,
  • schiacciamenti vertebrali

fino ad arrivare a problematiche posturali o traumatiche che possono causare:

  • verticalizzazioni cervicali
  • contratture,
  • tensioni miofasciali
  • torcicollo
  • disfunzioni singole o di gruppo delle cervicali.

Questi dolori sono spesso collegati ad una riduzione del range di movimento articolare. Il tratto cervicale è formato da ben sette vertebre ed a seconda della zona che viene maggiormente colpita, al dolore localizzato al collo possono abbinarsi altri sintomi più o meno invalidanti come:

  • nausea
  • vomito
  • vertigini
  • mal di testa
  • cervicobrachialgie
  • parestesie

Cause della cervicalgia

Il dolore cervicale può essere anche la conseguenza di altre problematiche. Ad esempio una forte tensione delle strutture muscolari anteriori del collo possono portare alla perdita della normale curva vertebrale con conseguente dolorabilità. Anche una forte tensione del tratto gastro-intestinale che attraverso l'esofago e poi la faringe, si inserisce alla base del cranio, può essere la causa di cervicalgie. Infatti la faringe e l'esofago sono a stretto contatto col tratto cervicale attraverso una serie di fasce e di strutture muscolari.

Come curare la cervicalgia con sedute di fisioterapia riabilitativa

Il programma riabilitativo nelle prime fasi verte a ridurre la sintomatologia dolorifica e ad eliminare le tensione muscolari. Si interviene con:

  • Tecar per l’eliminazione delle contratture e dello stato infiammatorio dovuto ad artrosi o ad un trauma. Può quindi ridurre ed eliminare del tutto il dolore.
  • Massoterapia per rilassare le strutture muscolari e consentire un riequilibrio psico-fisico del paziente.

In fase successiva si può intervenire con:

  • esercizi e ginnastica posturale che è ottima terapia per ridurre le posture scorrette e gli adattamenti che si sono instaurati nel tempo. Consente di avere una visione olistica del corpo e di collegare il tratto cervicale al resto della colonna, andando ad eliminare tensioni e a correggere i compensi che le posture sbagliate hanno creato.
  • la rieducazione motoria che è utilissima al fine di far prendere coscienza al paziente del tratto cervicale e di insegnargli degli esercizi passivi ed attivi finalizzati ad eliminare le tensioni e ridare mobilità articolare.
  • l'osteopatia che consente di risalire alla causa iniziale del problema. Favorisce l'eliminazione delle tensioni dovute a fattori psico-somatici ed il recupero del range articolare attraverso manovre fasciali e strutturali.

Articoli