Costola incrinata cause e trattamenti

Le costole sono delle ossa a forma di arco che costituiscono la gabbia toracica insieme alle vertebre posteriormente e lo sterno anteriormente.

Sono 24 in tutto e di queste, in 20 sono collegate allo sterno attraverso dei processi flessibili cartilaginei, mentre le ultime due sono fluttuanti.

Funzione: cenni di anatomia

Gabbia toracica e costato

Le costole hanno due funzioni principali:

  • contenimento e protezione di cuore e polmoni
  • azione respiratoria.

Queste hanno importanti connessioni muscolari che gli consentono di muoversi ampliando la cassa toracica e favorendo l'ampliamento dei polmoni.

Sono delimitate in basso dal diaframma ed in alto dallo stretto toracico.

Costole e gabbia toracica

Possibili lesioni della costola e cause

Le costole sono delle ossa molto elastiche e che presentano un ampio range di movimento.

Nonostante ciò, come tutte le ossa possono andare incontro a lesioni e fratture più o meno gravi.

Le cause sono:

  • traumi diretti o compressivi
  • osteoporosi
  • forme tumorali.

Le costole pur avendo la funzione di protezione di polmoni e cuore, se lesionate possono diventare un pericolo.

Una costola che si rompe e scompone può causare una perforazione del polmone e diventa essenziale in intervento chirurgico per ripristinare entrambe le componenti.

Sintomi

L'incrinatura delle costole viene sempre percepito attraverso un dolore acuto sul punto di lesione.

Costola incrinata

La zona rimane:

  • dolente al tatto
  • dolente nei movimenti
  • dolente nei respiri profondi
  • ci può essere versamento localizzato.

La diagnosi

La diagnosi può essere fatta attraverso una radiografia, anche se in caso di lievi incrinature potrebbe non essere facilmente evidenziata.

Trattamento

L'incrinatura delle costole prevede un trattamento sempre conservativo con:

  • riposo da sforzi e attività sportiva,
  • terapie fisiche come la magnetoterapia,
  • eventuali fasciature per evitare eccessivo ampliamento del torace.

Essendo le costole delle componenti ossee che non possono essere ingessate e bloccate, i tempi di recupero possono essere un po' più lunghi del normale partendo sempre da un minimo di 3/4 settimane per consentire la formazione di un buon callo osseo.

L'Intervento Chirurgico, come detto prima, è essenziale solo in caso di fratture scomposte che diventino pericolose per gli organi interni.

Iscriviti alla newsletter

Subito per te sconti, news e contenuti in anteprima

Orari

  • Lunedì-Venerdì 09:00 - 20:00
  • Sabato 09:00 - 13:00
  • Domenica Chiuso

Convenzioni

Crossfit Talenti
Runcard
Generali
Aon Hewitt
Mapfre
Consorzio Mu.Sa.
Fimiv
Mutua nuova sanità
Coop salute
Previmedical
Crossfit Talenti
Generali Italia
Easy Welfare
Fasdac
Health Assistance
My Assistance
Edenred
Vis Card
Axa