Onde D'urto Ed Epicondilite

Cosa dicono gli studi scientifici a proposito de trattamento dell'epicondilite con Onde d'Urto

L'epicondilite è uno stato infiammatorio del margine esterno del gomito. Questa è ormai molto conosciuta essendo una condizione patologica che colpisce tra l'1% ed il 3% della popolazione. Può avere una durata fino a 2 anni o può risolversi autonomamente dopo diversi mesi. Colpisce prevalentemente le donne tra i 40 e 50 anni.

È una condizione infiammatoria che colpisce molto i tennisti in ambito sportivo, sicuramente a causa dell'eccessivo utilizzo che porta ad una ipovascolarizzazione.

Èproprio in questo ambito che l'epicondilite genera un maggior deficit poiché non consente il normale svolgimento del gesto sportivo.

Gli studi scientifici hanno analizzato la reale efficacia delle onde d'urto in rapporto ad altre terapie come:

  • Laserterapia,
  • Ultrasuoni,
  • Infiltrazioni

andando a testare la risposta al trattamento dei pazienti, dopo 1, 3, 6, 12 mesi.

Gli studi hanno portato alla conclusione che l'applicazione di onde d'urto con frequenza settimanale avevano un immediato effetto sulla sintomatologia dolorosa, cosa spesso non evidente nell'applicazioni di altre terapie strumentali.

Inoltre si evidenzia un miglioramento funzionale permanente a distanza di 3, 6, 12 mesi. Alcuni studi hanno evidenziato come le onde d'urto avessero degli effetti positivi tra il 48% e sul 73% delle persone su cui altre terapie non invasive non avevano avuto effetto.

Diversi studi hanno anche evidenziato l'importanza di unire all'applicazione di onde d'urto altre terapie come: Taping neuromuscolare ed Esercizi eccentrici di rinforzo.

Questo evidenzia ulteriormente come una adeguata integrazione tra le terapie può portare un miglioramento più rapido e duraturo nel tempo, soprattutto pensando ad uno sportivo come un tennista che continuerà a stressare questa parte del corpo.


Stai cercando un centro specializzato per la cura dell'Epicondilite a Roma?

CONATATTACI SUBITO 



BIBLIOGRAFIA


Radial Extracorporeal Shockwave Therapy and Ultrasound Therapy in the Treatment of Tennis Elbow Syndrome

Agnieszka Kubot et al. Ortop Traumatol Rehabil. 2017


A comparative study of the efficacy of ultrasonics and extracorporeal shock wave in the treatment of tennis elbow: a meta-analysis of randomized controlled trials

Chenchen Yan, Yuan Xiong, […]Guohui Liu 

Journal of Orthopaedic Surgery and Research volume 14, Article number: 248 (2019)


Functional Outcome at Short and Middle Term of the Extracorporeal Shockwave Therapy Treatment in Lateral Epicondylitis: A Case-Series Study

Gianluca Testa et al. J Clin Med. 2020


Lateral Elbow Tendinopathy: Development of a Pathophysiology-Based Treatment Algorithm

Gev Bhabra et al. Orthop J Sports Med. 2016


Comparison of Ultrasound and Extracorporeal Shock Wave Therapy in Lateral Epicondylosis

Bestami Yalvaç et al. Acta Orthop Traumatol Turc. 2018 Sep.


Extracorporeal Shock Wave Therapy Without Local Anesthesia for Chronic Lateral Epicondylitis

Frank A Pettrone et al. J Bone Joint Surg Am. 2005 Jun.


Safety and Efficacy of Extracorporeal Shock Wave Therapy for Chronic Lateral Epicondylitis

John P Furia. Am J Orthop (Belle Mead NJ). 2005 Jan.


Efficacy of Extracorporeal Shock Wave Therapy in the Treatment of Lateral Epicondylitis

Korhan Bayram et al. North Clin Istanb. 2014


Efficacy of Extracorporeal Shockwave Therapy in Patients With Lateral Epicondylitis: A Randomized, Placebo-Controlled, Double-Blind Clinical Trial

Nilgun Senol Guler et al. North Clin Istanb. 2018.


Short- To Mid-Term Follow-Up Effectiveness of US-guided Focal Extracorporeal Shock Wave Therapy in the Treatment of Elbow Lateral Epicondylitis

R Trentini et al. Musculoskelet Surg. 2015 Sep.

Articoli